Category: News
bollettino news covid-19 covid19 coronavirus gestionali lolli group

Ministro Speranza firma la nuova Ordinanza COVID del 13 Novembre

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i Presidenti delle Regioni interessate, ha firmato l’Ordinanza 13 novembre 2020.
L’Ordinanza individua le Regioni che passano dall’area gialla a quella arancione e rossa (rischio alto, scenario 3 l’area arancione; rischio alto, scenario 4 l’area rossa).
Il passaggio da una all’altra area è stato confermato dalla analisi dei dati epidemiologici sulla diffusione della Pandemia COVID, e dagli scenari di rischio certificati dall’Istituto Superiore di Sanità – ISS.

L’Ordinanza sarà in vigore dal 15 novembre 2020.
Le nuove norme specificano quanto segue:

  • le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche entrano in area arancione
  • Campania e Toscana saranno in area rossa

In generale in Italia la situazione regionale è questa:

  • area gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto
  • area arancione: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Liguria, Puglia, Sicilia, Umbria
  • area rossa: Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano

Scarica PDF

Ordinanza ministero della Salute 13 novembre 2020

Consulta

Dati monitoraggio settimanale Covid-19

grafico_lolli_group

de-luca-lolligroup-gestionali-personalizzati-erp-web

Campania e Toscana in zona rossa

Arriverà questa sera l’ordinanza dal ministro della Salute Roberto Speranza, per lo spostamento di Campania e Toscana in zona rossa.
Esattamente come ci si aspettava da qualche giorno.

L’ordinanza del ministro della Salute entrerà in vigore il prossimo 15 Novembre, domenica, e mentre Campania e Toscana saranno spostate in area rossa, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche saranno in area arancione.

Vincenzo De Luca, Governatore della Campania, contesta, non solo da oggi, le scelte di chiusura progressiva del Governo, e ricorda le sue raccomandazioni di oltre due mesi fa, con le quali proponeva un Lock Down molto in anticipo rispetto a quanto è successo.

Da Facebook, De Luca aggiunge:

“L’atteggiamento di questo Governo ha fatto perdere due mesi importanti, nel corso dei quali abbiamo avuto un enorme aumento di casi di COVID e di decessi per colpa del Virus.”
“Dividere l’Italia” – aggiunge – “è stata una scelta scriteriata.”

Inoltre sulla scuola, sempre in diretta Facebook, il Governatore De Luca insiste:

“Hanno deciso che bisognava tenere aperte le scuole. Adesso hanno fatto quello che noi abbiamo anticipato oltre un mese fa.”

Così inoltre il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris non appena nota la notizia che la Campania sarà in zona rossa:

“Voglio chiedere subito al Governo dei ristorni economici immediati, per la popolazione che non può pagare sulla propria pelle questi ritardi, e questa situazione che avrebbe potuto essere evitata.”

grafico_lolli_group

Coronavirus aggiornamento oggi 13.11.2020, in Italia 40.902 nuovi casi COVID e 550 nuovi decessi

Aggiornamento dati COVID da Gestionali Lolli Group

Dati del 13 novembre 2020.

Coronavirus, sono 40.902 i nuovi casi, e i morti hanno raggiunto il numero di 44.139 unità, oggi, dall’inizio della pandemia. Oggi 13.11.2020 abbiamo avuto 550 nuovi decessi.
Nuovi 60 pazienti nelle terapie intensive, e 1.041 pazienti ricoverati con sintomi nei reparti Covid. Il dato positivo sono i 11.480 pazienti guariti da COVID-19 di oggi.

Nell’ultimo giorno in Italia abbiamo avuto 40.902 nuovi casi di COVID, a fronte di 18.455.416 tamponi effettuati.

Alla data del 13 novembre 2020 si contano:

  • Attuali positivi: 663.926
  • Dimessi / Guariti: 399.238
  • Deceduti: 44.139
  • Totale Casi COVID: 1.107.303

Dati forniti dal Ministero della Salute gestione dati a cura del Dipartimento della Protezione Civile
Elaborazione e accorpamento dati a cura di Lolli Group Gestionali Personalizzati

bollettino news covid-19 covid19 coronavirus gestionali lolli group

Toscana e Campania quasi in zona rossa

Dalla Cabina di Regia-Iss – contattata da ANSA – si apprende come i dati del monitoraggio Covid indicherebbero come le regioni Toscana e Campania sarebbero compatibili con la zona rossa.
I dati, trasmessi dalle stesse regioni e scaricabili direttamente dal sito del Ministero, aggiornati in tempo reale anche dai Sistemi Gestionali Lolli Group, indicherebbero una decisa marcia verso il Lock Down più restrittivo.
Le regioni Emilia-Romagna, Friuli e Marche potrebbero invece spostarsi a breve in zona arancione.
Il Comitato tecnico scientifico sta attualmente vagliando i dati.

Clicca qui per scaricare o visualizzare l’ultimo PDF con i dati COVID-19 dalle regioni, aggiornato.

dati-covid-lolli-group-personalizzati-gestionali

Coronavirus, in Italia 37.978 nuovi casi COVID e 636 morti

Aggiornamento del 12 Novembre 2020.
Coronavirus, sono 37.978 i nuovi casi e ci sono 636 morti in Italia, oggi. Nuovi 89 pazienti nelle terapie intensive, e ben 429 pazienti nuovi ricoverati nei reparti Covid.
Il dato positivo dei guariti dal COVID-19: sono 15.645.

Nell’ultimo giorno in Italia abbiamo avuto 37.978 nuovi casi di COVID, a fronte di 234.672 tamponi effettuati.
Il giorno precedente i contagi erano invece 32.961 per 225.640 tamponi.
Abbiamo avuto 636 morti (contro i 623 del giorno prima).
I guariti sono stati 15.645.
Terapie intensive sempre più verso saturazione con nuovi 89 casi, mentre i ricoveri di pazienti in reparti Covid sono pari a 429 pazienti.

Ospedali in allarme

Considerando anche gi ultimi dati abbiamo ben 3.170 pazienti ricoverati in terapia intensiva, 89 solo nelle ultime 24 ore.

I pazienti nei reparti Covid, invece, sono 29.873, aumentati di 429 persone rispetto a ieri.

Le persone positive COVID-19 aumentano di 21.696 unità, portando il totale a 635.054 positivi al coronavirus.

Il rapporto fra i positivi e i casi testati è pari al 28,45%, in crescita rispetto al 26,07% del giorno precedente.

I guariti sono 15.645, mentre le vittime 636 nelle ultime 24 ore, con un totale di morti pari a 43.589, dall’inizio della pandemia di COVID.

vaccino-lolli-group-covid-gestionali-personalizzati

Il vaccino più veloce della storia sarà per il COVID ?

Il ministro degli Esteri tedesco Jens Spahn ha commentato i risultati di BioNTech, l’azienda in campo farmaceutico che – insieme con Pfizer – ha annunciato che il prossimo vaccino anti-Covid sarà probabilmente efficace per oltre il 90%. Questo alla fine della fase 3 di sperimentazione.
Ottimismo, dunque, anche dall’Europa e dalla Germania, in prima linea contro il COVID-19.

covid-ospedali-collasso-lolli-group

Ospedali vicini al collasso per il COVID, lo dicono medici e infermieri

11 Novembre – Emergenza COVID-19 Pandemia

Medici internisti, geriatri e infermieri di medicina interna hanno scritto una lettera aperta, per comunicare un messaggio importante al Governo, da parte di chi è vicino al problema COVID.

Gli ospedali sono in modo preoccupante vicini al collasso. La colpa sarebbe della mancanza di personale e di posti letto, soprattutto considerando l’enorme afflusso di malati, per colpa della vertiginosa diffusione dell’infezione da Covid.

E’ sbagliato, proseguono i professionisti, comunicare messaggi che possano sminuire la situazione attuale, estremamente preoccupante.
Il momento è definito “drammatico”.

fake-mail-inps-lolli-group

Attenzione alle mail Fake da INPS e POSTE ITALIANE

Ancora una volta mi sento di mettervi in guardia, specialmente a chi non sia troppo avvezzo con comunicazioni email e informatica in generale.
Stiamo lavorando molto per le aziende che si preparano a un possibile, imminente Smart Working dovuto al Lock Down, e con privati che stanno sistemando gli strumenti informatici per essere attrezzati e operativi.
Negli ultimi giorni molti clienti hanno segnalato al nostro punto assistenza ai Parioli – di nuovo – alcune “strane” email. A un primo colpo d’occhio sembrano arrivare dall’INPS e dalle POSTE ITALIANE o BANCOPOSTA.

In realtà si tratta di mail fasulle, generate da hackers di solito internazionali, che servono solo a rubare i vostri dati.
Per dati non intendo il nome e cognome o l’indirizzo, ma user e password di accesso a siti importanti.

Gli hackers, poi, sanno che di solito una persona usa spesso la stessa password.
Trovata la prima password, di solito fanno un controllo a tappeto per vedere se ne avete altre uguali, ed entrano in ogni vostra area riservata.
Quindi attenzione, perchè l’INPS non comunica niente di personale via mail, ma soprattutto NESSUN ENTE vi rimanda dalla mail direttamente al login.
Se da una mail venite reindirizzati a una pagina web, dove si chiede di aggiungere il vostro user e password (o la mail e la password), chiudete immediatamente tutto, e cancellate la mail, meglio se prima l’avrete messa nella posta indesiderata.
E se il danno è fatto, cambiate IMMEDIATAMENTE la password di quel servizio, e di tutti i vostri account che utilizzano la stessa password.

Ricevuto e pubbicato da Lolli Group Assistenza Informatica Parioli

iOS-14-lolli-group

Velocizzare iPhone con iOS 13 iOS 14

Se avete un cellulare iOS iPhone, o un Tablet iPad, avrete di recente aggiornato al sistema più moderno, iOS14. A meno che non siate fra quelli che mantengono il pallino rosso su “Impostazioni” per qualche mese, o fino a che non arrivi un conoscente che “si intende di telefonini e di informatica”. Di solito un esperto gamer!

A parte gli scherzi, chi ha un cellulare più datato, ma che non vuole – a ragione – cambiare con uno di casa Apple appena uscito, un iPhone 12 o altro da oltre 1000 euro, avrà probabilmente notato un rallentamento delle prestazioni.
Le applicazioni si aprono lentamente, la posta ci mette qualche minuto ad aprirsi, e l’ultima volta che siete andati a vedere l’estratto conto, nell’attesa, avete preso un caffè doppio.
Il sistema iOS 14 è ricco di nuovissime e interessantissime funzioni, app che interagiscono semplicemente con moltissimi dispositivi IoT, Internet of Things, la nuova frontiera nella tecnologia. IoT, per i meno smaliziati, rappresenta ad asempio la possibilità di comandare a distanza la caldaia, che si accenda mezz’ora prima di rientrare dal lavoro, o far spegnere le luci all’ora giusta per andare a dormire, o ancora combinare le tapparelle che si alzano di mattina, con la riproduzione sonora dell’ultimo telegiornale che, purtroppo in questo periodo, parla ancora della curva del Covid-19.

Alcuni consigli sono sempre validi, per qualsiasi telefono e qualsiasi sistema, e rappresentano un modo di “tenere in ordine” il proprio apparato, anche se non è sempre così indispensabile.
Uno di questi consigli, invece, permetterà di consumare meno risorse del sistema, e dunque di velocizzare leggermente il sistema iOS 14. Non vi aspettate miracoli, perchè l’unico modo di avere un sistema veloce è acquistare sempre l’ultimo modello uscito di iPhone o iPad.

Partiamo dunque dall’ultimo consiglio, quello che forse potreste provare per primo.

Disattivare effetto di movimento e di trasparenza iPhone iOS 14

Abbiamo aggiunto un paio di immagini perchè risulti più chiaro.

Per disattivare il movimento, vai in Impostazioni> Generali> Accessibilità> Schermo e Dimensioni testo…

iOS-14-lolli-group-1Disattivare Trasparenza

Per disattivare la trasparenza in questa schermata, vai in Impostazioni> Generali> Accessibilità> Schermo e Dimensioni testo. E poi clicca su Riduci Trasparenza.

iOS-14-lolli-group-2Trasparenza disattivata

Ecco come si presenta la stessa pagina nelle impostazioni, dopo le modifiche. Se è già così… meglio ancora!

Terminare app in multi-task su iPhone

E’ inutile lasciare una applicazione attiva, specie se non la si utilizza per molto tempo. E’ meglio terminare l’applicazione.

Per farlo è sufficiente cliccare due volte sul tasto “Home”. A questo punto appariranno le diverse app: basta “lanciarle” con un gesto del dito verso l’alto o l’esterno, oppure premerci sopra per terminarle.

Fatelo per tutte le app attive e inutili. Qualche volta sono davvero troppe!

Cancellare applicazioni inutilizzate su iPhone

Liberiamoci delle applicazioni non utilizzate sul iPhone. Seleziona l’app sulla schermata del iPhone. Tieni premuto fino a quando tutte le applicazioni iniziano a muoversi. Fai clic sulla X in alto a sinistra di ogni app indesiderata per rimuoverla dal iPhone.

In alternativa, portateci il vostro iPhone se siete in zona Parioli, vicino al nostro nuovo punto assistenza in Via Giovanni Antonelli 39a, all’interno del Mercato Pinciano, provvederemo noi a questi semplici e veloci passaggi!

clienti lolli group gestionali ecommerce web

Lavorare al meglio, comunque

Dal nostro CEO, Fabrizio Lolli.

Ogni volta che arrivo in un posto di lavoro nuovo, in una azienda dove hanno cercato la collaborazione mia e del mio team, sento sempre la stessa frase. Non subito, beninteso, ma dopo pochissimi giorni. Qualcuno si alza, sente addosso la responsabilità di dare un consiglio importante, e, come un profeta dei nostri giorni:

“tu adesso fai così, corri, fai questo, fai quello, cerchi di completare tutto, rimani fino a tardi o arrivi presto, ma poi ti stuferai, capirai anche tu che non vale la pena…”

A cosa si riferisca il nostro profeta è presto chiarito: ovunque ho sempre trovato qualcosa da sistemare, da migliorare, soprattutto da riorganizzare. E parlo per me, ma ovviamente vale anche per il mio team.

Non mi sono mai tirato indietro, che fosse qualche attività di “concetto”, da fare dietro a un computer o a una scrivania, oppure qualcosa di più “fisico”, entro i limiti di quello che sono capace di fare. A parte i calcoli con gli integrali e derivate, non sono poi molte le cose che non sono in grado di completare. E se talvolta ho trovato qualcosa di nuovo, un problema dove avevo bisogno di nuove competenze, grazie al cielo, nel 2020 abbiamo libri e corsi, e una rete globale che ci permette di imparare rapidamente, e – almeno – provarci.

Su questa base, cercare di fare il possibile, cercare di farlo al meglio, sempre, ho costruito la mia Lolli Group. Grande o piccola non mi interessa, non è il denaro a muovere la voglia di fare, mai. E questo, devo essere sincero, qualche volta è stato un errore, un limite, ma non c’è molto da fare, quando una persona è fatta in un certo modo.

Tutti i nostri clienti, ne sono assolutamente certo, non potranno che confermare il livello estremo di assistenza per risolvere i problemi, ogni problema. Anche chi poi non si è comportato esattamente da “signore”, in passato, non potrà non confermare la passione in ogni piccola questione.

Ricordo lo stress per arrivare a risultati che io stesso avevo promesso, ma ricordo anche le molte risate con uno staff sempre vario, allegro, giovane e con la mia stessa voglia di fare e di imparare. Ho in mente gli insegnamenti ricevuti da persone, ma anche quelli arrivati da una frequentazione di colossi industriali, come Amazon, ad esempio, che ha lasciato un’impronta indelebile nel mio modo di lavorare, nella passione verso il cliente e per il risultato.

A tutti quelli che scelgono la strada breve, la strada degli “impicci”, come dicono da queste parti, la strada dei regali di Natale esagerati, faccio i migliori auguri, ma non sono mai riuscito, e non riuscirei mai ad abbassarmi alla bustarella, alla tangente mascherata da “omaggio”. Ho visto da solo che il sistema che porta un risultato, e non le chiacchiere, comunque funziona.

Non funziona con tutti, non funziona velocemente, non funziona per sempre. Il metodo del risultato, però, funziona.

Chiunque lavori con alcuni enti, pubblici o privati, sa benissimo che i sistemi con una scorciatoia portano a risultati immediati o quasi. Però anche nel meno importante ufficio pubblico decentrato si potrà sempre trovare qualcuno, magari solo uno, interessato non tanto all’iPhone 125Xyz ultimo modello a Natale, ma a un risultato che permetta di lavorare meglio, magari più rapidamente, e senza commettere errori.

E’ più difficile, ma insistendo, alla fine, si trova anche quello.

E al nostro profeta iniziale, dunque, non saprei nemmeno cosa rispondere. Noi proseguiamo così, con questa stessa attenzione al cliente, con la voglia di risolvere i problemi utilizzando strumenti informatici, soprattutto, con il progetto di far lavorare i nostri clienti meglio, con più efficienza.

Se altri stanno semplicemente ad aspettare, come il nostro profeta che elargisce consigli gratuiti, in fondo a noi non interessa. Minimamente.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google