Category: Covid

Coronavirus aggiornamento oggi 14.11.2020, in Italia 37.255 nuovi casi COVID e 544 nuovi decessi

Aggiornamento dati COVID da Gestionali Lolli Group

Dati del 14 novembre 2020.

Coronavirus, sono 37.255 i nuovi casi, e i morti hanno raggiunto il numero di 44.683 unità, oggi, dall’inizio della pandemia. Oggi 14.11.2020 abbiamo avuto 544 nuovi decessi.
Nuovi 76 pazienti nelle terapie intensive, e 484 pazienti ricoverati con sintomi nei reparti Covid. Il dato positivo sono i 12.196 pazienti guariti da COVID-19 di oggi.

Nell’ultimo giorno in Italia abbiamo avuto 37.255 nuovi casi di COVID, a fronte di 18.683.111 tamponi effettuati.

Alla data del 14 novembre 2020 si contano:

  • Attuali positivi: 688.435
  • Dimessi / Guariti: 411.434
  • Deceduti: 44.683
  • Totale Casi COVID: 1.144.552

Dati forniti dal Ministero della Salute gestione dati a cura del Dipartimento della Protezione Civile
Elaborazione e accorpamento dati a cura di Lolli Group Gestionali Personalizzati

Ministro Speranza firma la nuova Ordinanza COVID del 13 Novembre

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i Presidenti delle Regioni interessate, ha firmato l’Ordinanza 13 novembre 2020.
L’Ordinanza individua le Regioni che passano dall’area gialla a quella arancione e rossa (rischio alto, scenario 3 l’area arancione; rischio alto, scenario 4 l’area rossa).
Il passaggio da una all’altra area è stato confermato dalla analisi dei dati epidemiologici sulla diffusione della Pandemia COVID, e dagli scenari di rischio certificati dall’Istituto Superiore di Sanità – ISS.

L’Ordinanza sarà in vigore dal 15 novembre 2020.
Le nuove norme specificano quanto segue:

  • le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche entrano in area arancione
  • Campania e Toscana saranno in area rossa

In generale in Italia la situazione regionale è questa:

  • area gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto
  • area arancione: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Liguria, Puglia, Sicilia, Umbria
  • area rossa: Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano

Scarica PDF

Ordinanza ministero della Salute 13 novembre 2020

Consulta

Dati monitoraggio settimanale Covid-19

grafico_lolli_group

Campania e Toscana in zona rossa

Arriverà questa sera l’ordinanza dal ministro della Salute Roberto Speranza, per lo spostamento di Campania e Toscana in zona rossa.
Esattamente come ci si aspettava da qualche giorno.

L’ordinanza del ministro della Salute entrerà in vigore il prossimo 15 Novembre, domenica, e mentre Campania e Toscana saranno spostate in area rossa, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche saranno in area arancione.

Vincenzo De Luca, Governatore della Campania, contesta, non solo da oggi, le scelte di chiusura progressiva del Governo, e ricorda le sue raccomandazioni di oltre due mesi fa, con le quali proponeva un Lock Down molto in anticipo rispetto a quanto è successo.

Da Facebook, De Luca aggiunge:

“L’atteggiamento di questo Governo ha fatto perdere due mesi importanti, nel corso dei quali abbiamo avuto un enorme aumento di casi di COVID e di decessi per colpa del Virus.”
“Dividere l’Italia” – aggiunge – “è stata una scelta scriteriata.”

Inoltre sulla scuola, sempre in diretta Facebook, il Governatore De Luca insiste:

“Hanno deciso che bisognava tenere aperte le scuole. Adesso hanno fatto quello che noi abbiamo anticipato oltre un mese fa.”

Così inoltre il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris non appena nota la notizia che la Campania sarà in zona rossa:

“Voglio chiedere subito al Governo dei ristorni economici immediati, per la popolazione che non può pagare sulla propria pelle questi ritardi, e questa situazione che avrebbe potuto essere evitata.”

Coronavirus aggiornamento oggi 13.11.2020, in Italia 40.902 nuovi casi COVID e 550 nuovi decessi

Aggiornamento dati COVID da Gestionali Lolli Group

Dati del 13 novembre 2020.

Coronavirus, sono 40.902 i nuovi casi, e i morti hanno raggiunto il numero di 44.139 unità, oggi, dall’inizio della pandemia. Oggi 13.11.2020 abbiamo avuto 550 nuovi decessi.
Nuovi 60 pazienti nelle terapie intensive, e 1.041 pazienti ricoverati con sintomi nei reparti Covid. Il dato positivo sono i 11.480 pazienti guariti da COVID-19 di oggi.

Nell’ultimo giorno in Italia abbiamo avuto 40.902 nuovi casi di COVID, a fronte di 18.455.416 tamponi effettuati.

Alla data del 13 novembre 2020 si contano:

  • Attuali positivi: 663.926
  • Dimessi / Guariti: 399.238
  • Deceduti: 44.139
  • Totale Casi COVID: 1.107.303

Dati forniti dal Ministero della Salute gestione dati a cura del Dipartimento della Protezione Civile
Elaborazione e accorpamento dati a cura di Lolli Group Gestionali Personalizzati

Toscana e Campania quasi in zona rossa

Dalla Cabina di Regia-Iss – contattata da ANSA – si apprende come i dati del monitoraggio Covid indicherebbero come le regioni Toscana e Campania sarebbero compatibili con la zona rossa.
I dati, trasmessi dalle stesse regioni e scaricabili direttamente dal sito del Ministero, aggiornati in tempo reale anche dai Sistemi Gestionali Lolli Group, indicherebbero una decisa marcia verso il Lock Down più restrittivo.
Le regioni Emilia-Romagna, Friuli e Marche potrebbero invece spostarsi a breve in zona arancione.
Il Comitato tecnico scientifico sta attualmente vagliando i dati.

Clicca qui per scaricare o visualizzare l’ultimo PDF con i dati COVID-19 dalle regioni, aggiornato.

Coronavirus, in Italia 37.978 nuovi casi COVID e 636 morti

Aggiornamento del 12 Novembre 2020.
Coronavirus, sono 37.978 i nuovi casi e ci sono 636 morti in Italia, oggi. Nuovi 89 pazienti nelle terapie intensive, e ben 429 pazienti nuovi ricoverati nei reparti Covid.
Il dato positivo dei guariti dal COVID-19: sono 15.645.

Nell’ultimo giorno in Italia abbiamo avuto 37.978 nuovi casi di COVID, a fronte di 234.672 tamponi effettuati.
Il giorno precedente i contagi erano invece 32.961 per 225.640 tamponi.
Abbiamo avuto 636 morti (contro i 623 del giorno prima).
I guariti sono stati 15.645.
Terapie intensive sempre più verso saturazione con nuovi 89 casi, mentre i ricoveri di pazienti in reparti Covid sono pari a 429 pazienti.

Ospedali in allarme

Considerando anche gi ultimi dati abbiamo ben 3.170 pazienti ricoverati in terapia intensiva, 89 solo nelle ultime 24 ore.

I pazienti nei reparti Covid, invece, sono 29.873, aumentati di 429 persone rispetto a ieri.

Le persone positive COVID-19 aumentano di 21.696 unità, portando il totale a 635.054 positivi al coronavirus.

Il rapporto fra i positivi e i casi testati è pari al 28,45%, in crescita rispetto al 26,07% del giorno precedente.

I guariti sono 15.645, mentre le vittime 636 nelle ultime 24 ore, con un totale di morti pari a 43.589, dall’inizio della pandemia di COVID.

Il vaccino più veloce della storia sarà per il COVID ?

Il ministro degli Esteri tedesco Jens Spahn ha commentato i risultati di BioNTech, l’azienda in campo farmaceutico che – insieme con Pfizer – ha annunciato che il prossimo vaccino anti-Covid sarà probabilmente efficace per oltre il 90%. Questo alla fine della fase 3 di sperimentazione.
Ottimismo, dunque, anche dall’Europa e dalla Germania, in prima linea contro il COVID-19.

Ospedali vicini al collasso per il COVID, lo dicono medici e infermieri

11 Novembre – Emergenza COVID-19 Pandemia

Medici internisti, geriatri e infermieri di medicina interna hanno scritto una lettera aperta, per comunicare un messaggio importante al Governo, da parte di chi è vicino al problema COVID.

Gli ospedali sono in modo preoccupante vicini al collasso. La colpa sarebbe della mancanza di personale e di posti letto, soprattutto considerando l’enorme afflusso di malati, per colpa della vertiginosa diffusione dell’infezione da Covid.

E’ sbagliato, proseguono i professionisti, comunicare messaggi che possano sminuire la situazione attuale, estremamente preoccupante.
Il momento è definito “drammatico”.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google